La migliore lavastoviglie da incasso

Oggi vi spieghiamo come scegliere la migliore lavastoviglie da incasso. E’ una lavastoviglie classica, con la particolarità che ti permette di risparmiare lo spazio. La inserisci all’interno di un mobile e in questo modo non devi cercare un posto specifico per lei. Ti permette di risolvere in modo intelligente e pratico il problema dell’ingombro, senza per questo dover rinunciare a questo elettrodomestico.

La lavastoviglie ad oggi è considerata uno degli elettrodomestici più importanti e da alcuni decenni le persone si sono rese conto di non poterne più fare a meno. Anche perché bisogna dirlo, permette di risparmiare non poco tempo nel lavaggio e l’asciugatura delle stoviglie. Oggi oltre a mostrarvi le 5 migliori lavastoviglie da incasso che potete acquistare online, vi spieghiamo anche quali sono le caratteristiche che devi tenere in considerazione.

Lavastoviglie a incasso: la guida all’acquisto

Una lavastoviglie a incasso viene montata all’interno di un mobile della cucina. In questo modo non solo non intacca l’estetica dell’ambiente ma allo stesso tempo fa anche risparmiare spazio. Dall’altra parte invece, ci sono le lavastoviglie a libera installazione, le quali hanno bisogno di uno spazio separato dal mobile e devono essere rese anche esteticamente più belle da vedere.

Quando dovete acquistare una lavastoviglie da incasso ocorre tenere in considerazione diversi aspetti. In questo modo si riesce a fare un acquisto intelligente e consapevole. I punti più importanti da analizzare al momento dell’acquisto sono: il consumo idrico e quello energetico, le dimensioni dell’elettrodomestico, quanto è rumoroso e se ci sono delle prestazioni aggiuntive che possono interessare.

Prima di analizzarle nel dettaglio però, vediamo quali sono le 5 migliori lavastoviglie da incasso che vi consigliamo di valutare.

Migliore lavastoviglie da incasso: le nostre proposte

1. Bosch Serie 2 SMV25EX00E

 Bosch Serie 2 SMV25EX00E

Questa lavastoviglie è stata prodotta dalla Bosch, il cui nome resta sempre sinonimo di qualità. E’ stata realizzata in acciaio ed è un tipo di lavastoviglie ad incasso con i controlli semi-integrati.

La vasca interna è stata realizzata con due materiali. La base è in Polinox mentre i laterali sono in acciaio. La classe energetica è una C e ha una buona capacità per quanto riguarda i coperchi che può accogliere, in tutto 13.

Possiede la modalità EcoDosage, grazie alla quale garantisce un totale scioglimento del detergente così da arrivare a dei risultati ottimali.

Ha un meccanismo di lavaggio silenzioso e molto efficiente, questo grazie al suo motore senza spazzole EcoSilence Drive.

Pros
  • Silenziosa
  • Ottimo il lavaggio
  • Facile da installare
Cons
  • Possiede solo tre orari diversi da scegliere per la programmazione

2. Electrolux EEQ47200L

Electrolux EEQ47200L

Questa lavastoviglie della Electrolux è di colore Inox, con un pannello di controllo completo e realizzato in acciaio inossidabile. E’ un elettrodomestico pensato per durare negli anni. Lo incassi facilmente nella tua cucina, purché rispetti le dimensioni di 59.6 x 55 x 81.8 cm. Per quanto riguarda invece la capacità, si parla di circa 13 kg.

Possiede diverse funzioni interessanti, come per esempio che grazie agli sliding quickselect puoi scegliere il ciclo del lavaggio più adatto al carico che hai impostato. C’è poi il sistema di riduzione del rumore così come il puntino rosso che viene proiettato sul pavimento quando è in funzionamento e verde quando il ciclo è concluso.

Infine, grazie alla nuova tecnologia Airdry, asciuga molto meglio rispetto agli altri sistemi a porta chiusa. Tutto sommato un ottimo prodotto e per questo merita un posto nella nostra classifica delle migliori lavastoviglie da incasso.

Pros
  • Silenziosa
  • Asciugatura rapida
  • Facile da installare
Cons
  • Lo scaffale più in alto, dedicato ai bicchieri, non riesce ad accogliere quelli di dimensioni normali.

3. Candy CDCP 6/E

 Candy CDCP 6/E

La Candy CDCP 6/E si rivela una buona lavastoviglie, perfetta per chi non ha bisogno di caricare molti coperti e allo stesso tempo vuole risparmiare sullo spazio in casa. Ha una classe di efficienza energetica C. Le dimensioni sono 50 x 55 x 43.8 cm e il livello di rumorosità è di 51 dB. I coperti massimi invece sono 6.

E’ possibile scegliere tra sei differenti programmi, gestibili grazie al display LED. Per ogni ciclo di lavaggio invece, consuma solo 7 litri di acqua. I livelli di temperatura cambiano in base al tipo di programma e sono in tutto 5.

E’ disponibile anche il ciclo ECO, così da risparmiare a livello energetico e idrico. Pur mantenendo un’asciugatura e un lavaggio eccellente.

Pros
  • Compatta
  • Ottimi i lavaggi
  • Facile da montare
Cons
  • Difficile posizionare bene i piatti grandi

4. Candy CDI 1L38-02

Candy CDI 1L38-02

Candy CDI 1L38-02 è una lavastoviglie da incasso a scomparsa totale. Ha una buona capacità, si parla infatti di 13 coperti. Ha un ridotto livello di rumore (53 dB) e le dimensioni sono 59.8 x 55 x 82 cm. Ha una tensione di 230 Volt.

E’ facile da installare e da utilizzare e tre questo è la migliore lavastoviglie da incasso che potete trovare. Possiede diversi programmi di lavaggio, compreso quello per il risparmio energetico.

Si tratta di una lavastoviglie pensata per 3 o 4 persone e offre un ottimo livello di pulizia anche con il lavaggio di mezz’ora.

Pros
  • Lava bene
  • Facile da montare
  • Possiede il lavaggio rapido
Cons
  • Nessuno

5. Indesit DSIE 2B10

Indesit DSIE 2B10


Indesit DSIE 2B10 è una lavastoviglie a scomparsa e può ospitare in totale 10 coperti. Ha una classe energetica C e le dimensioni di questo elettrodomestico sono: 44.8 x 55.5 x 82 cm.

Si installa facilmente in spazi molto piccoli ed è possibile scegliere tra tanti programmi diversi. Il più veloce è di 40 minuti e di solito comunque è sufficiente per pulire bene e a fondo sia i piatti che le pentole.

Pros
  • Lavaggio veloce
  • Si incassa bene negli spazi piccoli
Cons
  • Abbastanza rumorosa
  • Non viene indicato il tempo rimanente per il lavaggio

Come scegliere la migliore lavastoviglie da incasso

Ecco una lista di caratteristiche e programmi che secondo noi dovreste cercare per trovare la migliore lavastoviglie:

  • Classe energetica:  Dall’inizio del 2021, il precedente sistema di classificazione di alcuni grandi elettrodomestici che andava da A+++ (più efficiente) a G (meno efficiente) è stato abbandonato a favore di un più semplice sistema di classificazione A-G, quindi se volete la lavastoviglie con la classe energetica migliore scegliete quelle con la Classe A.
  • Rumorosità: I dB di uscita sonora delle lavastoviglie attualmente sul mercato quest’anno vanno da 39dB fino a 54dB. Se avete bisogno che la vostra sia silenziosa allora cercate di prendere il modello con il valore di dB più basso. Queste potrebbero avere anche il simbolo Quiet Mark che certifica la bassa rumorosità.
  • Coperti: questo dovrebbe essere menzionato nelle specifiche della lavastoviglie. Le capacità variano da 12 coperti fino a 16 in una lavastoviglie grande. Il calcolo dei coperti dovrebbe essere di circa 10 pezzi a persona, comprese le posate.
  • Protezione antiallagamento: una lavastoviglie con protezione antiallagamento dovrebbe rilevare le perdite, drenare l’acqua e spegnersi prima che si verifichino danni maggiori.
  • Blocco bambini: tutte le lavastoviglie, non appena la porta viene aperta, smettono di funzionare. Di solito si possono solo vedere i bracci dello spruzzo fermarsi lentamente. Tuttavia, la lavastoviglie potrebbe essere potenzialmente piena di acqua molto calda, e in più si ha accesso a coltelli affilati e altri utensili da cucina con cui i bambini si potrebbero far male. Quindi, potrebbe essere auspicabile avere una lavastoviglie con un sistema di blocco per bambini.
  • Cestello superiore regolabile: alcuni cestelli superiori si muovono su e giù per accogliere piatti o pentole più grandi.
  • Opzione di riempimento a caldo: alcuni modelli possono essere collegati direttamente alla fornitura di acqua calda invece che fredda.
  • Impostazione Eco: si tratta di un ciclo di lavaggio più lungo che utilizza meno energia.
  • Lavaggio automatico: si tratta sensori che rilevano quanto è pulita o sporca l’acqua e regolano il ciclo di lavaggio di conseguenza.
  • Display con il tempo rimanente: anche se non sempre sono accurati al 100%, di solito danno una stima ragionevole del tempo rimanente. È estremamente utile se non vuoi lasciare la lavastoviglie in funzione quando esci di casa o vai a letto. Attenzione! Non lasciare mai una lavastoviglie in funzione quando non c’è nessuno a casa.

Quando sostituire una lavastoviglie

Se la vostra lavastoviglie si e guastata e per la riparazione bisogna pagare la metà di quanto verrebbe a costare una lavastoviglie nuova, vi consigliamo di sostituirla. Allo stesso modo, se iniziate a notare la formazione di ruggine o crepe, allora è il momento di valutare la sostituzione e comprare una nuova macchina. Se notate strani rumori provenienti dalla vostra lavastoviglie, allora è un segno che c’è un problema con la pompa o il motore.

Alcuni altri indicatori che la tua lavastoviglie è guasta e ha bisogno di essere sostituita sono: una serratura della porta rotta, il mancato riscaldamento dell’acqua e la perdita di acqua sul pavimento durante il ciclo.

Caratteristiche aggiuntive della lavastoviglie da tenere d’occhio


Le ultime lavastoviglie sono dotate di sensori integrati che valutano la sporcizia del carico e impostano il programma di conseguenza. Questi possono essere descritti come cicli Auto o Smart. Anche i programmi di sanificazione sono più comuni, e uccidono qualsiasi batterio persistente sulle stoviglie. Sono disponibili anche impostazioni a metà carico o a zona, che possono concentrare il lavaggio sul ripiano superiore o inferiore.

Questo permette di risparmiare energia e acqua se non avete bisogno di pulire un carico completo. Anche il terzo cestello è molto utile e sta diventando sempre più disponibile. Si trova sopra il cestello superiore e sostituisce essenzialmente il cestello delle posate, creando più spazio per i piatti.

La connettività Wi-Fi sta diventando un’altra caratteristica attesa dalla maggior parte dei modelli premium. Con questa, si può collegare la lavastoviglie allo smartphone per monitorarla e controllarla. E’ possibile anche usare il controllo vocale tramite Alexa o Google Assistant. Alcuni modelli possono auto-diagnosticare i guasti e notificare il centro di assistenza del produttore.

Quanta acqua consuma una lavastoviglie?


Le nostre ricerche hanno rilevato che il consumo d’acqua è stato uno dei primi cinque fattori decisivi per l’acquisto della lavastoviglie. Le lavastoviglie con le valutazioni energetiche più alte tendono a usare meno acqua. Questo probabilmente perché una lavastoviglie che usa meno acqua userà anche meno energia per riscaldarla.

Il consumo annuale d’acqua indicato per le lavastoviglie si basa su 280 cicli di lavaggio all’anno. Questo significa 5,38 cicli di lavaggio a settimana. Quindi, se usi la tua lavastoviglie più o meno di questo, i tuoi costi varieranno di conseguenza.

Alcune ricerche, dopo aver controllato i dati sul consumo annuale di acqua di 50 lavastoviglie di varie marche hanno scoperto che la quantità di acqua utilizzata da una lavastoviglie non è sempre correlata alla sua capacità. In queste viene raccomandato, invece, di usare la classificazione energetica come guida più accurata dell’efficienza idrica di una lavastoviglie.

I consumi d’acqua annuali di una lavastoviglie in base alla classe energetica sono i seguenti:

  • Classe A: minimo 2.492 litri – massimo 2.800 litri
  • Classe B: minimo 2.520 litri – massimo 3.360 litri
  • Classe C: minimo 2.880 litri – massimo 3.360 litri

Quanta corrente consuma una lavastoviglie?

Nelle descrizioni delle varie lavastoviglie troverai spesso i costi di gestione (acqua, corrente) annuali, utili per decidere quale lavastoviglie migliore comprare. Tuttavia, molte recensioni e rivenditori di prodotti citano il consumo energetico delle lavastoviglie in euro piuttosto che in chilowattora. Quando confrontate i costi di consumo delle lavastoviglie, prendeteli con le pinze e ricordate che quando i prezzi dell’energia cambiano, cambiano anche i costi di consumo annuali della lavastoviglie.

Quello che è sicuro è che se comprate una lavastoviglie con un’alta classificazione energetica, è probabile che a lungo termine risparmierete di più sulle bollette energetiche rispetto a una lavastoviglie con lasse energetica inferiore.

Cos’è più economico, lavare i piatti a mano o usare una lavastoviglie?


Le migliori lavastoviglie moderne sono efficienti dal punto di vista energetico e sono un ottimo modo per risparmiare acqua in casa. È un mito comune che usino più acqua rispetto al lavaggio a mano, inoltre lavando con le temperature più alte sono anche molto più efficaci nell’uccidere i batteri.

Piccole azioni come caricare completamente la lavastoviglie prima di accenderla e raschiare il cibo in eccesso dai piatti aiutano a migliorare l’efficienza del consumo di acqua ed energia della lavastoviglie. Bisogna stare però attenti a non sovraccaricare creando così l’effetto opposto.

Semplici consigli per la manutenzione della lavastoviglie

Alcuni dei consigli che possiamo darvi nel tenere la vostra lavastoviglie nel modo migliore sono i seguenti:

  • Pulire regolarmente i filtri: i filtri delle lavastoviglie moderne sono progettati per essere molto efficienti con l’energia e l’acqua, quindi sono più sensibili di quelli vecchi.
  • Tenere il sale della lavastoviglie al massimo: il sale è usato per pulire l’addolcitore dell’acqua, quindi senza di esso la lavastoviglie si incrosta, causando la bruciatura degli elementi.
  • Siate delicati con il pannello di controllo: assicuratevi di non premere troppo forte i pulsanti, perché potrebbero piegare il PCB (circuito stampato) posteriore.
  • Non mettete il detersivo nella lavastoviglie: fa la schiuma e può causare danni.

Comprare la miglior lavastoviglie da incasso: conclusioni

Approfondiamo i punti che abbiamo accennato prima. Partiamo dal consumo energetico. Più alto è il consumo energetico di un elettrodomestico e più è economico. Purtroppo però è un risparmio solo apparente perché questo dato poi influisce sulla bolletta della luce. Meglio perciò puntare su prodotti con una classe energetica A o B. Il risparmio energetico si fa sentire nettamente.

C’è poi il consumo idrico, il quale può non incidere molto sul discorso delle spese personali, ma è importante per il rispetto ambientale in modo tale da limitare il più possibile gli sprechi.

Le dimensioni delle lavastoviglie le dovete valutare voi stessi, in base allo spazio a disposizione ed alla posizione in cui desiderate inserirla. La scelta poi è legata anche al numero di coperti che la lavastoviglie è capace di pulire.

La rumorosità è un altro criterio che va analizzato bene ma che, purtroppo, molte persone sottovalutano o ignorano del tutto. In realtà essendo un elettrodomestico ampiamente utilizzato per esempio alla fine di una cena o di un pranzo, se fosse troppo rumoroso potrebbe essere fastidioso per chi per esempio sta conversando al tavolo. Oppure in alcuni casi potrebbe anche molestare i vicini, soprattutto se viene fatta funzionare di notte.

Speriamo con questa guida di essere riusciti ad aiutarvi nell’acquisto della vostra nuova lavastoviglie!

Condividi: